NON SENSO

Tutta la recita umana emerge
come una messa in scena vezzosa – Fiori sgargianti alla luce -Il vento s’eleva sulle lunghe
spiagge deserte, schizzando
assurdi dedali di solchi
– Qua e là qualche quieto
specchio d’acqua a scampo del tempo – Il pensiero si perde per strada,
veste incerte cimose
vaga e divaga
nel paesaggio infernale
affoga nella bruma
orchestrando rumore d’epopea
C’è uno spazio di sogno
in cui nuove pagine si scrivono,
il coraggio cifrato della memoria
scava il verso
e
sotto quel verso
trova il niente.
href=”http://www.katherjneroad.splinder.com”>www.katherjneroad.splinder.com