Question of Love

L’acqua calda mi scivola addosso, lenta, s’infrange nel silenzio, mi bacia il collo e fila via sotto la curva del seno. Mi sento liquida, un tutt’uno con essa. Mi lascio carezzare, avvolta nel tepore di un pensiero, così oggi come ieri. Nulla è cambiato. Ho bisogno di sentire sulla pelle tutte le parole che sono corse sulla linea di un filo, un funambulo in bilico tra frasi e sogni che non voi lasciare andare.
A volte il mondo pare sbriciolarsi tra le mani deglutendomi in un vuoto che sembra essere dentro di me: il corpo è uno straordinario veicolo espressivo di disagi interiori e mi sono dovuta arrendere, il mio dolore lo sento sulla pelle e quest’acqua brucia.
E’ l’assenza struggente che mi riporta l’amaro dentro i pensieri. Il significante è separato dal significato: significante/significato. Una linea sottile mi indica una rottura.
Pensieri inconsistenti sospesi tra la nuvola di vapore. Ricami voluti ampi e tondi danzanti davanti agli occhi velati di lacrime.
C’è una corteccia troppo spessa che avvolge le mie emozioni. Che la mia anima si addestra a mettere da parte lo sperare?
Disperare.
Il lasciare fluire le cose così con semplicità per come devono avvenire. Non è questo forse un arrendersi, un rassegnarsi agli eventi senza lottare?
Troppe domande senza risposte affollano questo illimitato presente, mi sconvolge, è poetico il suo canto, malinconico il suo fluire verso l’infinito.
La giostra deve girare, ché la vita tira il carro senza guardarsi indietro, e intanto, il tempo lentamente ci dice addio.

“http://www.w3.org/1999/02/22-rdf-syntax-ns#”

“http://purl.org/dc/elements/1.1/”

“http://madskills.com/public/xml/rss/module/trackback/”

“http://www.katherjneroad.splinder.com/post/14557333”

“http://www.katherjneroad.splinder.com/post/14557333”

“Verso le mie lacrime sulla vita”

“troia_intellettuale”

“http://www.splinder.com/trackback/14557333”