OSSIDAZIONI

Dopo aver realizzato le prime opere di una nuova serie ed aver accolto il primo impulso di energia creativa, abitualmente torno a riflettere sul mio operato, su ciò che questo mi dice dopo che ho avuto la fortuna di vedere sulla tela ciò che ho provato e sentito dentro. Da qui torno alla mia collezione delle Ossidazioni: una serie di opere che si presenta come una suggestione proveniente dal passato, ricca di simboli. 

Il ferro è un metallo duro ma il tempo e l’acqua lo hanno corroso trasformandolo in ruggine che invece è friabile, fragile come le nostre emozioni e i ricordi che sbiadiscono. 

La scatola presenta evidenti segni del tempo che l’ha modificata. Un pacco, contenente qualcosa di prezioso mai arrivato a destinazione, evoca una capsula del tempo che ci porta a domandare se i veri destinatari di quella custodia siamo noi. Uno spazio fisico e mentale, temporale, un contenitore di cose ma anche di suggestioni e ricordi. Un simbolo del tempo che passa e che ci lega inesorabilmente con il passato in una personalissima rielaborazione emozionale dell’opera.